TAGS CLOUD
Incrementa dimensioniDecrementa dimensioni ATTUALITÀ
Bisogna proteggere l'Open Source
Un nuovo programma, recentemente messo a punto da Linux Foundation, chiamato Open Compliance Program, servirà alle aziende che vogliono utilizzare GNU/Linux e il software Open Source a farlo in modo responsabile e nel pieno rispetto delle regole sancite dalle diverse licenze. Numerose aziende, tra le quali Adobe, AMD, Cisco, Google, HP e IBM, e diverse organizzazioni legate al software Open Source, come Open Source Initiative, Software Freedom Law e gpl-violations.org, hanno già deciso di supportare l'iniziativa. A questo proposito, Jim Zemlin, direttore esecutivo di Linux Foundation, ha dichiarato che il programma servirà a fornire alle aziende le conoscenze e gli strumenti necessari per permettere loro di rispettare le licenze vigenti sui software Open Source, in modo che possano continuare a sfruttare i vantaggi e le possibilità offerte da questo tipo di applicazioni riducendo il rischio di incorrere in problemi di natura legale. Secondo gli esperti, il nuovo progetto di Linux Foundation va nella direzione giusta e sarà indispensabile in futuro per evitare tutti quei problemi legati alle licenze Open Source non rispettate, a volte per mancanza di informazione, altre perché il codice protetto da tali licenze può essere in alcuni affiancato a codice proprietario, generando problemi di compatibilità tra le diverse licenze. In sintesi, Open Compliance Program servirà a rendere più comprensibili e facili da rispettare le licenze Open Source. Al programma di "informazione", inoltre, sono stati affiancati anche nuovi strumenti di analisi, tra cui FOSSology e OOS Discovery, quest'ultimo un vero e proprio tool di scansione che permette di capire qual è la licenza utilizzata dal software che si intente utilizzare. Il nuovo programma, inoltre, fornisce agli utenti un modulo standard per registrare le informazioni relative alla licenza software a cui aderiscono e una serie di checklist per aiutarli nel verificare il proprio rispetto della licenza Open Source adottata. Sempre in questa direzione va anche SPDX. In pratica, si tratta dell'insieme delle specifiche destinate ad aziende e organizzazioni per aiutarle a condividere le informazioni sulle licenze e sui pacchetti software.

Tag: open source, licenze, linux, software libero
Condividi                                  
Lascia un commento