TAGS CLOUD
Incrementa dimensioniDecrementa dimensioni HARDWARE
L'iPad di Apple contagia Google

È ancora presto per dire se l'iPad di Apple avrà o meno successo, ma intanto ha già dato una scossa al mondo dell'elettronica di consumo suscitando il solito clamore mediatico a cui Steve Jobs ci ha abituati ad ogni presentazione di nuovi prodotti della casa di Cupertino. Di questo si è accorto anche Google, da tempo conscio delle potenzialità dei tablet, che si sta muovendo nella stessa direzione. Come primo passo ha messo on-line, sul sito del progetto Chromium, alcune immagini e poche specifiche tecniche relative ad un probabile futuro Gtablet. 

Fig. 1 - Ecco come sarà il tablet targato Google


A giudicare dall poche informazioni fornite, si tratterebbe di un tablet, quindi simile all'iPad, con installata una variante sviluppata ad-hoc di Chrome OS. In particolare, il nuovo dispositivo in cantiere a Mountain View dovrebbe integrare una tastiera virtuale utilizzabile in modalità touchscreen, un launcher in sovrimpressione per accedere ai siti web e creare sessioni di navigazione multiple e un'interfaccia con zoom incorporato per tab multiple. Con questa mossa Google, dopo il lancio di Nexus One, conferma la propria intenzione di diventare un vero e proprio produttore di hardware e, approfittando dell'onda mediatica scatenata da Apple, intende puntare con forza su questi relativamente nuovi dispositivi. Intanto, dopo diversi rinvii, anche il JooJoo (in precedenza noto come CrunchPad) dovrebbe vedere la luce entro fine mese, dopodiché potrebbe essere la volta del Courier di Microsoft. Nel frattempo gli editori statunitensi, fiutato l'affare iPad e certi delle sue potenzialità come lettore di testi elettronici, hanno già raggiunto accordi per l'uso di libri scolastici sul tablet di Apple; si tratta di nomi del calibro di McGraw-Hill, Houghton Mifflin, Pearson e Kaplan. Ma non è tutto, il clamore mediatico suscitato dalla presentazione al pubblico dell'iPad è arrivato anche in Cina, dove la società produttrice del netbook a basso costo P88 ha minacciato Apple di potenziali ritorsioni legali, affermando che la società di Cupertino avrebbe copiato il design del dispositivo cinese. In realtà sembrerebbe il contrario, visto che quest'ultimo ha l'aspetto di un iPhone gigante. Staremo a vedere come si evolveranno i fatti, intanto una cosa è certa: come era stato previsto, il 2010 sarà l'anno dei tablet.


Tag:
Condividi                                  
Lascia un commento