TAGS CLOUD
Incrementa dimensioniDecrementa dimensioni
Condividere file e cartelle con altri computer
Far parte di una rete locale (LAN), spesso significa condividere file e directory con gli altri PC. Su Ubuntu, per rendere una risorsa accessibile, basta selezionare dal menu “Sistema/ Amministrazione” la voce “Cartelle condivise” e seguire i pochi passaggi necessari per configurare la nuova condivisione. La prima volta che lo facciamo, la distro ci avviserà dell'assenza dei servizi di condivisione e provvederà automaticamente alla loro installazione, altrimenti è sufficiente premere “Aggiungi” per crearne una nuova. A questo punto, dopo aver indicato il percorso completo della directory da condividere, è ancora necessario scegliere il tipo di protocollo da utilizzare. La scelta va fatta tra NFS (Network File System), molto comune sui sistemi GNU/Linux e Unix in generale, oppure Samba, ideale se all'interno delle rete sono presenti anche macchine Windows. Negli ultimi passaggi bisogna indicare il nome con cui la risorsa verrà individuata sulla rete e poi quale livello di accesso concedere agli ospiti, scegliendo tra le consuete opzioni di sola lettura o lettura e scrittura. Infine, non rimane che premere OK per rendere disponibile la risorsa a tutti i computer connessi alla LAN.
Lascia un commento
Tag: condividere, file, cartelle, Ubuntu
Condividi